Irene / 26 anni

Valori - In cosa credo?

Credo nella capacità degli uomini di ritrovare, per chi l’avesse persa, la propria umanità. Al di là di ogni fede, credo e religione, il filo rosso che ci accomuna è lo “sguardo umano” e la capacità di provare empatia per le altre persone. Viviamo in un mondo di globalizzazione che invece di aver portato vicinanza affettiva sembra aver costruito un muro di indifferenza per ciò che accade intorno a noi. E non parlo solo di guerre dall’altra parte del mondo (che pensiamo non possano riguardarci, o almeno ci coccoliamo in questa idea), ma del nostro sguardo umano che sembra essere diventato cieco di fronte le difficoltà più vicine alla nostra quotidianità. Non voglio smettere di credere che questo mondo non può cambiare e nel mio piccolo ci metterò tutto l’impegno per dare il mio contributo, magari col mio lavoro anche se spesso mi sento dire “Ma fai del volontariato”. Il punto è proprio questo, non è una semplice questione di retribuzione economica ma una mia caratteristica, predisposizione, valore in cui credo, un sentimento di pancia… insomma, chiamalo come vuoi, ma come me altre migliaia di persone ci credono e provano a fare qualcosa per trasmettere questo valore di umanità, empatia anche ai più indifferenti. Valori che trasmetterò ai miei figli e ai miei nipoti con la speranza che loro facciano altrettanto. Non è moralismo da quattro soldi, ma è la speranza di poter contribuire a cambiare questo mondo per renderlo un posto migliore.