Irene / 26 anni

“In ogni vita ci sono amicizie che non possiamo tradire”

Appena fresca dal 26° compleanno, mi sento come se potessi spaccare il mondo, con la compagnia delle persone giuste. Sono in un periodo della mia vita in cui involontariamente ho fatto “selezione” delle amicizie, anche se a volte penso che sia stato il passare del tempo a fare questo lavoro al mio posto… Non tanto perché credo che esistano le amicizie “a scadenza”, ma perché crescendo capisci chi sei e comprendi anche chi vuoi che resti nella tua vita. E, parte fondamentale, anche le altre persone decidono se tenerti dentro nella loro oppure cambiare direzione. Non c’è motivo di provare rancore o risentimento, credo che sia una fase normale che fa parte della crescita personale di ognuno. Cambiano gli studi, cambiano gli interessi, chi si trasferisce e chi rimane; in ogni caso se un rapporto si vuole mantenere, non c’è distanza o differenza che tenga.. conta solo l’affetto per l’altra persona.
Questo mio modo di pensare è maturato non solo grazie all’educazione dei miei genitori, ma anche all’esperienza. L’amicizia è una realtà importante per ogni persona e a volte difficile da coltivare. Ci vuole fiducia, rispetto, lealtà, presenza e accettazione incondizionata, con un pizzico di sopportazione e pazienza, ma non mancano le discussioni e il saper chiedere scusa come il saper perdonare. Cosa c’è di diverso da una relazione d’amore? Beh, dopo molti anni mi sono resa conto di essere innamorata da sempre del mio migliore amico; sono stata fortunata perché quel rapporto di amicizia si è trasformato in qualcosa di più profondo. Comunque rimane il fatto che l’amicizia è stata la mia ancora di salvezza nei momenti più bui, troppo spesso la sottovalutiamo o trattiamo gli amici in modo superficiale. Preferisco avere pochi amici su cui però sono sicura di poter contare, piuttosto che accaparrarmi centinaia e centinaia di richieste di amicizia in facebook.