Deborah / 20 anni

Cosa vuoi fare da grande?

"Cosa vuoi fare da grande?" è una di quelle domande che accompagnano un pò l'infanzia di tutti fino a quando non arrivi alla fine della quinta superiore e sei costretto a sbatterci la testa in quella domanda, a farci i conti. Allora ci pensi, rifletti magari ti ci butti anche dentro e alla fine decide, decidi che quello sarà il lavoro della tua vita, che nessun altro potrà renderti felice come quello. Peccato che poi tutto crolli davanti ad un test d'ingresso non passato che ti dice che il futuro che ti eri immaginato "non sa da fare". Così ti ritrovi punto a capo, con gli occhi pieni di lacrime e una seconda scelta di cui non sei per nulla convinto ma "almeno di quella hai passato il test". Inizi a frequentarla, te la senti stretta, continui a essere convinto che non dovresti essere li, che quello non è il tuo posto fino a quando, un giorno, ti stanchi di starci male e provi a dare un'opportunità a questa seconda scelta. E sai una cosa? Non è così male! Ti lasci interrogare da questa strada imprevista, rifletti, ti guardi dentro e pian piano, l'idea di riprovare il test passa in secondo piano perché, le mille domande che ti stanno affollando il cuore e la testa, cominciano a prendere la forma di un nuovo sogno. Forse, non è dalle decisioni irremovibili che si parte a costruire il proprio futuro, ma dalla capacità di lasciarti interrogare dalle possibilità che la vita ci offre ogni giorno.