CALENDARIO MOSTRA
Una mostra per raccontare l'ascolto e restituire i dati raccolti dal progetto YOUNG'S: 12 pannelli facilmente trasportabili e montabili, a disposizione per essere accolti nelle diverse realtà che ne faranno richiesta e arricchiti dalla voce di tutti i giovani camperisti e intervistatori, veri protagonisti del progetto.
E TU, CHE TIPO SEI?

Ogni colore, ogni nome, ogni bottone rappresentano un tipo sociale con cui in sociologia si indicano figure rappresentative di biografie giovanili, non le singole biografie dei giovani ascoltati.
Clicca, leggi e prova a capire chi ti rappresenta di più!

MAURO, 30 anni, operaio specializzato. Lavora fin da ragazzino. Non ha paura della fatica, ma non sopporta l’alienazione della fabbrica. A lui le cose piace farle bene e si sente mortificato quando lo trattano come un numero. Solo che invece di disperarsi, decide, per così dire, di stendere la sciolina e di… giocare, per lo meno nel suo nuovo mondo parallelo.
MARTA, 24 anni, infermiera in casa di riposo Fresca di titolo di studio e piena di entusiasmo. Per lei lavorare significa “tuffarsi nell’altro”, vivere pienamente al servizio della persona che soffre. Significa essere riconosciuta. Ogni tanto sente gli sguardi non troppo benevoli di qualche collega più anziano.
WALTER, 29 anni, rampollo di una ricca famiglia di viticoltori. Lui raggiunge il “top” oppure lascia perdere. Disprezza quello che chiama il “mondo dei mediocri”. Lui deve arrivare sempre al massimo, primo. In tutto. Anche nel relax Walter deve eccellere: le sue feste sono il top. Ma pian piano le sue case si svuotano, Walter si guarda e scopre un uomo incapace di stare solo.
TIZIANA, 25 anni, studia architettura a Milano. Nessuno chiede mai niente a Tiziana, le poche volte che accade, lei “non sa se le va”. Vive volentieri nel precariato, perché non ti impegna per sempre; a casa compie i riti del fine settimana con diligenza e distacco. Non si innamora, e se lo fa si tiene a debita distanza, senza perdere la testa.
LUCA, 27 anni, assistente educatore. Non si diverte se non si dà da fare. Quando è stanco, dorme, altrimenti cerca di avere le mani occupate. I genitori sono un po’ preoccupati per il fatto che sembra avere pochi amici, ma non è vero. Luca è portatore sano di un principio semplicissimo: le cose fatte per sé fanno male, quelle fatte per gli altri portano felicità.
MONICA, 22 anni, impiegata nell’azienda di sua madre. Monica è sempre bella, ma la maternità l’ha resa fragile. Vorrebbe essere una brava mamma ma vive nel terrore di essere la copia malfatta di sua madre. Per questo ha deciso di impegnarsi sempre meno. Di dare il minimo.
DARIO, 26 anni, magazziniere nella grande distribuzione. Non è mai stato ambizioso. Ha una sola cosa per la testa: divertirsi, ma soprattutto far divertire. Non combina guai, non fa uso di droghe, non corre rischi particolari, ma il suo scopo sembra essere unicamente quello di creare situazioni di divertimento assoluto.
GIORGIA, 28 anni, lavora in uno studio legale. Appena ha potuto, se n’è andata di casa, ha studiato come una matta, pagandosi l’università lavorando giorno e notte. E alla fine ce l’ha fatta. Da sola. Senza chiedere niente a nessuno. Parrebbe una donna realizzata: è colta, è affascinante ed è, come si dice, “in carriera”, e sono dieci anni che non parla con i suoi genitori.
ANASTASJIA, 23 anni, cameriera. Da piccola pregava sempre, voleva addirittura diventare suora, crescendo è diventata mistica fino alle ossa. C’è stato un periodo in cui ha odiato Dio. C’è stato un periodo in cui, senza pregare, è andata a messa per farsi delle domande. E ora è il periodo di fede senza alcuna sicurezza. Ma la fede c’è.
YOUNG'S WALL
VOGLIO DIRE LA MIA
NON SO COSA DIRE
Scrivici un pensiero, carica una foto e arricchisci questo "muro dei giovani".
Lasciati ispirare da una di queste 5 provocazioni poi scrivici un pensiero, carica una foto e arricchisci questo "muro dei giovani".
CASA
Questa casa non è un albergo… Perché non vai?
STUDIO/LAVORO
Contratti a progetto oppure progetti di contratto?
TEMPO LIBERO
Bergamo e dintorni: dove vado?
VALORI
Se ti dico FEDE?!
RELAZIONI
Genitori: peso o risorsa?
CARICA UN'IMMAGINE
IO LAVORO GRAZIE AI SOCIAL
PER ME LA MESSA E' IMPORTANTE, MA PER TANTE PERSONE HO L'IMPRESSIONE CHE SIA SOLTANTO UN'ABITUDINE
A VOLTE MI SEMBRA CHE LA MIA RAGAZZA PARLI UN'ALTRA LINGUA....L'AMORE E' UN MISTERO
DA GRANDE SARO' UN RACCONTA STORIE
e' inammissibile che si faccia propaganda su vite umane
il bello di finire gli esami e' iniziare subito a progettare le vacanze
vero amore, presto realta'
IL TEMPO LIBERO? FORSE QUANDO FINALMENTE AVRO' DATO I TENTORDICI ESAMI CHE HO RIMANDATO
per me la fede e' un po' come curare una pianta, serve delicatezza e passione
CARICA ALTRI
STORIE DI GIOVANI